In bici nelle città per lo sviluppo di nuove economie

postato in: bici | 0

La bicicletta, questo mezzo visto non solo per un utilizzo sportivo, o per incentivare il cicloturismo nello sviluppo di nuove realtà turistiche. Ma soprattutto come mezzo che può salvare le città dal problema dello smog e soprattutto rilanciare l’economia locale, e di vicinato salvaguardando i piccoli negozi dei nostri bellissimi centri storici.

Molti operatori economici pensano sempre che riducendo il traffico, loro vengono penalizzati perché coì il potenziale cliente non viene più a fare acquisti, non considerando però che il ciclista e il pedone sono invece dei potenziali clienti che magari essendo incentivati a muoversi in maniera alternativa possono portare ad aumentare gli introiti dei negozianti stessi. Tutto questo grazie a strade più sicure e libere.

Di recente l’ECF (European Cyclists’ Federation) la più importante associazione europea per la mobilità in bicicletta, ha pubblicato una ricerca dal titolo ““Shopping by bike: Best friend of your city centre” nel quale sotto vi riportiamo per intero i risultati, dove si analizza l’impatto economico degli acquirenti in bicicletta nei negozi del centro.

In questa ricerca si parla anche del nostro paese e il risultato è che nonostante siamo solo al 5% di spostamenti in bicicletta rispetto al totale della modalità di trasporto, si riesce a generare negli esercizi pubblici un indotto di circa 11 miliardi di euro. Non male direte, ma pensate che se amministrazioni pubbliche e associazioni di commercianti incominciassero a pensare seriamente a politiche di sviluppo sostenibile, facendo passare dall’attuale 5% al 12,5% l’incremento dell’indotto salirebbe ancora di 4 miliardi di euro.

Quindi si potrebbe sfatare senza problemi il mito che senza auto, senza parcheggi ci sarebbe una perdita di clienti e di soldi.

 

https://ecf.com/groups/shopping-bike-best-friend-your-city-centre